Tenere un diario non è cosa facile. E’ una vita che cerco di farlo, ma di solito non riesco ad andare oltre le tre settimane, o poco più.

Prima o poi, subentra un impegno che mi fa saltare un giorno, poi quasi per caso il giorno dopo si verifica un imprevisto, il terzo giorno mi dimentico di compilarlo visto che non l’ho fatto nei due giorni precedenti, ed il quarto alla fine abbandono.

E’ più o meno così che funziona di solito. Per cui quest’anno ho deciso di usare un metodo diverso e di tenere una sorta di diario artistico. Un diario per immagini che faccia uso sia di fotografie che di disegni, oltre che delle solite narrazioni.

Per darmi un pò di abbrivio, e perchè trascinato da un’amica canadese, mi sono addirittura iscritto ad un corso online di Art-Journaling e…miracolo! Ho scoperto un nuovo modo di compilare un diario che è assolutamente affascinante.

Il rituale di preparazione della copertina, la paziente costruzione di ogni singola pagina, la possibilità di giustapporre parole ed immagini rappresentano uno stimolo creativo irresistibile.

Ho deciso che non terrò una pagina per ogni giorno, ma mi dedicherò ad esso con lo stesso approccio che uso con la pittura botanica. Seguirò cioè la mia ispirazione.

Sono proprio curioso di vedere cosa ne verrà fuori.

Annunci