Ogni cosa al suo posto! Diceva sempre la mia povera nonna.

Un desiderio impossibile da esaudirsi, credo, per qualsiasi bambino al mondo. Anche dopo essere divenuto adulto però, ancora per molti anni il disordine ha continuato a regnare sovrano nella mia casa.

In effetti, tutti noi abbiamo un pò di disordine in casa, quel che conta è se siamo capaci di tenerlo sotto controllo o se viceversa cominciamo ad esserne vittime. Io mi sono reso conto che in realtà il disordine che c’è in casa è strettamente legato a quello che c’è nella propria vita personale.

Se ripenso ai momenti più caotici della mia vita debbo sinceramente ammettere che in quei momenti il caos regnava sovvrano anche nella mia casa.

Non saprei dirti da quale parte si origini questo flusso, ma è certo che un’associazione ci deve essere.

Il mio vecchio maestro di Ai-Ki-Do sosteneva addirittura che il disordine ostacola il flusso del Ki, l’energia del mondo, che dovrebbe essere libera di circolare anche per la casa e che invece, quando incontra disordine, rallenta il suo moto e diviene pigra, rendendo lenti e pigri anche coloro che vi abitano.

Superstizioni giapponesi? Forse sì, ma certo è che da quando ho cominciato a razionalizzare la mia gestione dello spazio e conseguentemente a rimettere un pò di ordine in casa, la mia vita ha preso un indirizzo decisamente più ordinato. O forse, ancora una volta, è accaduto il contrario, ma che importa?

Io ti sto solo raccontando la mia esperienza, la tua potrebbe essere diversa, è questo il bello del mondo, non credi?

Annunci